CHI SIAMO

La Cooperativa Sociale Ponte inizia la sua attività, a Sant’Antioco nel 2002, attraverso la gestione di una Comunità Terapeutica Residenziale, all’interno della quale accoglie tossicodipendenti ed alcolisti che decidono di intraprendere un programma terapeutico che permetta loro di recuperarsi e reinserirsi nel tessuto sociale.

Nel Marzo 2013 trasferisce la propria sede operativa in agro di Uta (CA), in località Camp’e Luas, andando a gestire la Comunità Pedagogica Residenziale sino a quel momento condotta dall’Associazione Mondo X Sardegna.

La Comunità accoglie, in regime residenziale, ragazzi con problemi di tossicodipendenza e alcooldipendenza sia inviati dai Ser. D. che provenienti dal carcere in misura alternativa (Arresti Domiciliari, Affidamento in Prova, Detenzione Domiciliare), in rete con l’U.E.P.E. (Ufficio di Esecuzione Penale Esterna) di Cagliari, con il quale è convenzionata anche per l’accoglienza di soggetti sottoposti all’Istituto del “Lavoro di Pubblica Utilità”.

Attraverso una stretta collaborazione con gli operatori dei Ser. D., la Comunità inserisce presso la propria struttura anche ragazzi in doppia diagnosi.

La Cooperativa Sociale Ponte interviene dal 1990 all' interno degli istituti carcerari della Sardegna e in particolar modo all' interno del carcere di Buon Cammino di Cagliari, ove settimanalmente un nostro operatore svolge colloqui con i detenuti che fanno richiesta di ingresso in Comunità e/o che necessitano o richiedono un supporto motivazionale rivolto al proprio recupero.

La Cooperativa Sociale Ponte, sede di Camp’e Luas – Uta (CA) è autorizzata ad operare ed accreditata, con Decreto della R.A.S. - Assessorato dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale per l’accoglienza in regime pedagogico residenziale di 30 utenti.

MODALITA' DI ACCESSO ALLA STRUTTURA

Gli utenti che intendono intraprendere un programma in comunità possono farne richiesta direttamente alla struttura o al servizio dipendenze territorialmente competente.

In entrambi i casi dovranno effettuare colloqui, sia con i servizi, sia con la comunità, volti a verificare le motivazioni che hanno spinto il ragazzo a fare richiesta di inserimento e ad informare il ragazzo rispetto al regolamento ed al programma che andranno ad intraprendere.

Come detto in precedenza, la comunità accoglie utenti in misura alternativa alla detenzione; in questi casi i ragazzi che fanno richiesta di inserimento saranno seguiti presso il carcere ove sono ristretti dal nostro operatore incaricato.

Al termine dei colloqui di preparazione all’inserimento, la comunità ed il Ser. D. competente concorderanno la data di ingresso, oltre che i tempi e le modalità del programma terapeutico, che sarà pensato tenendo conto delle esigenze specifiche dell’utente.

E’ preferibile che al momento dell’ingresso in comunità l’utente disponga della seguente documentazione:

- Carta di identità in corso di validità

- Tessera sanitaria

- Eventuali certificazioni di esenzione ticket per patologie

- Piani terapeutici per assunzioni di farmaci particolari

- Esami di routine ematica + Markers epatite A, B, C + esame HIV

Al momento dell’inserimento in Comunità sarà effettuato il cambio del medico di famiglia, che, per ragioni organizzative è comune a tutti gli utenti.

cooperativa sociale ponte
LA STRUTTURA

La struttura residenziale, che copre una superficie coperta di circa 11.000 metri quadri, è composta da vari caseggiati, ristrutturati ed inseriti in un’area di circa 40 ettari in agro di Uta (CA), in località Camp’e Luas.

La parte coperta comprende una zona uffici con locali destinati all’amministrazione e locali destinati agli educatori e agli operatori del centro per la gestione delle attività terapeutiche e per le riunioni d’equipe, oltre che uffici specifici a disposizione della psicologa e psicoterapeuta per colloqui personali, gruppi terapeutici e terapia familiare.

In quest’area è presente l’infermeria, dove vengono distribuite agli utenti eventuali terapie farmacologiche indicate dai Ser. D. e attrezzata per eventuali emergenze sanitarie.

L’area destinata agli alloggi degli utenti è composta da dieci camere da letto che accolgono 3 utenti per camera, dai bagni con docce e da una scarpiera comune.

La struttura dispone di una cucina professionale attrezzata, di una dispensa attrezzata con celle frigorifere e di un’ampia sala mensa.

Sono presenti, oltre ad una sala comune adibita ad attività ricreative e alla visione della televisione, una sala lettura, una palestra attrezzata di dimensioni adeguate allo svolgimento di partite a pallavolo, calcetto e basket ed un teatro con palco e circa 50 posti a sedere.

Altri alloggi, staccati dalla comunità, vengono destinati ad altre attività terapeutiche.

La comunità è in grado di ospitare i famigliari degli utenti che raggiungono la struttura per le visite periodiche da fuori regione o comunque da distanze elevate.

Per le attività ricreative comuni da svolgere all’aperto, la struttura dispone di un campo da calcio e di due campi da bocce.

Per le attività formative, sono presenti un’aula di informatica e altri laboratori di falegnameria, legatoria e metallotecnica.

La parte esterna comprende un campo destinato alla coltivazione di ortaggi, due piccole serre, un frutteto e circa cento ulivi, oltre ad ampi viali di collegamento tra le varie zone della struttura ed un parcheggio coperto.

Stalla, porcilaia, pollaio, macelleria, un locale per la lavorazione degli ortaggi, officina e altri depositi, completano il quadro dei locali destinati alle attività di ergoterapia.